Spasmi notturni: ti è mai capitato mentre dormi di cadere nel vuoto? Ti spieghiamo perché succede

Ti è mai capitato, mentre stai dormendo, di avere improvvisi spasmi notturni e immaginare di cadere nel vuoto? Ecco a che cosa sono dovuti

Proprio quando credete di essere ben rilassati nel vostro letto, magari dopo una faticosa giornata lavorativa e siete lì a godervi il sonno profondo, ecco che vi capitano spasmi notturni. Spasmi di ogni genere, che talvolta ci fanno svegliare di soprassalto. Uno dei più diffusi, sicuramente, è quello di immaginare di cadere nel vuoto. C’è chi urla improvvisamente, chi si alza e chi da veri e propri calci, ma questo della caduta del vuoto è sicuramente uno dei più comuni.

spasmi notturni
Spasmi notturni: da cosa dipendono? – machedavvero.it

Un momento che può spaventare perché, anche se immediato, coglie giustamente di soprassalto chiunque e la sensazione a tratti può essere angosciante. Può essere generato da motivi ben specifici, e c’è un rimedio per provare ad alleviare questi fenomeni. Ecco tutto quello che bisogna sapere e qual è anche il termine con il quale è individuato questo fenomeno bizzarro, quanto abbastanza diffuso tra la popolazione.

Spasmi notturni: come si verificano

Uno spasmo notturno è una condizione che si verifica in maniera molto più frequente di quanto si possa immaginare. Infatti, è stimato che almeno il 70% di tutta la popolazione italiana, a seguito di uno studio, almeno una volta nella vita, ha avuto questa tipica sensazione di caduta nel vuoto. Quindi, stando ai n iumeri, sembrerebbe una cosa molto comune e per la quale non dovrebbe destare eccessiva preoccupazione. E in effetti è proprio così, e si verificano soprattutto quando siamo molto stanchi.

da cosa dipendono gli spasmi notturni
Cadere nel vuoto: perché ci capita di immaginarlo quando dormiamo?

Sono dei movimenti non controllati della salute, e generalmente la loro manifestazione avviene nelle prime fasi del sonno. Questi movimenti sono detti spasmi ipnici, o micolonie notturne. Sono delle contrazioni dei muscoli molto brevi, soprattutto quando il nostro corpo sta iniziando a rilassarsi completamente. Ma ci sono dei rimedi per poterli alleviare, laddove dovessero essere frequenti?

Come limitare questi spasmi notturni?

Va premesso che, laddove questi fenomeni non dovessero essere molto frequenti, possono anche essere ignorati, in quanto generalmente sono naturali. Certo è che se dovessero essere frequenti e mettere a disagio la propria condizione mentale, è bene andare subito da uno specialista per avere un consulto immediato. Di certo, ansia e stress sono tra le cause più comuni che generano questo tipo di fenomeni.

Si possono provare delle misure fai da te per provare ad alleviare questi sintomi, che generalmente mirano a controllare e gestire lo stress quotidiano. Una mente più rilassata e liberata dalle ansie garantisce sicuramente un sonno più tranquillo. Lo yoga risulta essere una delle pratiche migliori per poter dedicare il corretto tempo a sé stessi e condedere relax totale alla propria mente e al proprio corpo.

Impostazioni privacy