Temi che la tua dolce metà ti stia tradendo? Ora c’è un metodo infallibile per scoprirlo: da provare subito

Se si nutrono dei dubbi sulla fedeltà del proprio partner, può essere utile sapere che secondo la scienza esiste uno strumento infallibile che consente di scoprirlo.

Può capitare che si nutrano dei dubbi in merito alla fedeltà del proprio partner per una serie ampia di motivi. A tal proposito, può essere utile sapere che esiste un modo semplicissimo per scoprire in maniera inequivocabile se il proprio partner è fedele, oppure no.

Tradimento, come scoprirlo grazie alla scienza
Quando si sospetta un tradimento, esiste uno strumento che consente di scoprirlo – Recensionionline.it

Grazie ad uno studio particolarmente interessante è stato scoperto uno strumento efficace per riuscire a capire se si è stati traditi. Di seguito andremo ad approfondire tutti i dettagli in merito a quelle che sono le conclusioni a cui è giunta una ricerca scientifica pubblicata sulla nota rivista Proceedings of the National Academy of Sciences

Tradimento, ecco come scoprirlo grazie alla scienza

Pu capitare di fraintendere i comportamenti del proprio partner e di cominciare a nutrire dei dubbi sulla sua fedeltà nei nostri confronti. A volte si tratta di semplici paure che non trovano conferma poi nella realtà, altre volte ancora, invece, purtroppo si tratta di molto più che di semplici supposizioni.

Tradimento, come scoprirlo grazie alla scienza
Grazie alla scienza è possibile sapere se il proprio partner è fedele – Recensionionline.it

Ciò detto, in soccorso arriva la scienza secondo cui ci sarebbe uno strumento infallibile per riuscire a capire se il proprio partner è fedele oppure no, ossia l’età. Stando a quanto è emerso dalla ricerca scientifica in esame infatti quando ci si trova alla soglia di un nuovo decennio di vita è più frequente essere traditi o tradire. Il motivo risiede nel fatto che nel periodo in questione si tende a fare un bilancio del proprio vissuto e dunque a ragionare sulle scelte fatte e di conseguenza sui rapporti. In molti casi, si finisce per mettere in discussioni gli stessi finendo per cominciare una relazione extraconiugale.

Non solo, un’altra ricerca ha fatto emergere il fatto che coloro che tradiscono hanno una maggiore propensione a farlo nuovamente. A tal proposito, può essere utile sapere che è stato messo a punto un test della personalità in grado di stabilire la predisposizione o meno di una persona al tradimento. Nello specifico, si tratta di un test in cui sono analizzati 5 tratti della personalità tra cui:

  1. coscienziosità,
  2. apertura mentale,
  3. socievolezza,
  4. nevroticismo,
  5. estroversione.

Ebbene, coloro che hanno ottenuto un punteggio alto per quanto concerne l’apertura mentale, sono risultati più predisposti al tradimento. Ciò detto, tra le cause che spingono a tradire il proprio partner, ce ne sono diverse. Oltre alle caratteristiche specifiche di un individuo infatti sarebbero implicati anche fattori biologici e genetici. In ogni caso, sempre secondo la scienza il tradimento non è necessariamente un evento negativo dal momento che in molti casi diviene un’occasione per aprirsi con onestà al partner.

Impostazioni privacy