Primer viso, come scegliere il migliore per te: fai attenzione o ti segnerà il volto facendoti apparire più vecchia

È molto importante scegliere il primer viso giusto che mimetizzi e non metta in evidenza le rughe: ecco come acquistare il migliore.

Cosmetico essenziale, il primer viso costituisce la base del make-up e in moltissimi casi non si può prescindere dal suo utilizzo. Se ad esempio si vuole strutturare un trucco per un’occasione speciale, ma anche perchè sia duraturo per tutto il giorno nella quotidianità un buon primer è quello che ci vuole.

come scegliere primer viso
Qual è il miglior primer viso? (Canva) – recensionionline.it

L’obiettivo che deve si deve raggiungere con l’applicazione del primer è quello di mimetizzare le imperfezioni, coprirle bene e presentare una pelle pronta ad accogliere il resto del maquillage.

La fase in cui va applicato è sempre successiva alla crema idratante e precedente al fondotinta. Il primer rappresenta un trattamento per il viso essendo un prodotto ricco di ingredienti. Deve essere nutriente per la pelle senza però appesantirla.

La sua funzione è nascondere i pori dilatati, camuffare le rughe superficiali e diminuire i segni di espressione. Ma come scegliere il primer viso migliore? Innanzitutto è necessario che sia compatibile con il proprio tipo di pelle. Ecco alcune regole per orientarsi all’acquisto.

Quale primer viso scegliere e come usarlo

La prima cosa a cui pensare nella scelta di un primer viso è quale sia il proprio tipo di pelle. Le varietà di prodotto sono diverse e sono specifiche per le esigenze di ognuno. Ogni primer deve mirare a svolgere una funzione migliorativa del tipo di pelle su cui viene applicato.

come scegliere primer viso
Come applicare il primer viso (Canva) – recensionionline.it

Per le pelli grasse o miste è indispensabile usare un primer opacizzante. Non deve essere oleoso e non deve contenere siliconi. Sia quando sono presenti brufoli che punti neri, sia che ci si voglia concentrare prevalentemente nella zona T, quella che comprende fronte, naso e mento, è necessario l’effetto matt. L’obiettivo è uniformare l’incarnato ed eliminare il fastidioso problema della pelle lucida.

Se al contrario la pelle è secca e appare spenta e poco luminosa bisogna scegliere un primer illuminante. Oltre a svolgere le altre funzioni e quindi favorire l’aderenza del trucco e compattare e rendere uniforme l’incarnato nascondendo eventuali macchie, va a correggere la luminosità restituendola ad una pelle opaca.

Da applicare dopo la crema idratante, per farlo assorbire bene bisogna ricordarsi di attendere almeno 1 minuto prima di passare a stendere il fondotinta e proseguire con il make-up. Accertarsi che il primer sia ultraleggero e a lunga durata, è importante per un risultato finale ottimale.

Per le pelli mature esistono anche degli ottimi primer rimpolpanti, con sostanze particolarmente nutrienti che fungono da ulteriore sostegno alla pelle e integrano l’azione delle creme antirughe. In combinazione a questo effetto c’è anche quello illuminante e che garantisce una lunga tenuta, anche oltre le 12 ore.

Impostazioni privacy